Islam a Milano, via libera ai centri di quartiere

Posted on 8 agosto 2011 di

0


Finalmente. La giunta Pisapia ha avviato in questi giorni, come riportato dal Corriere, un tavolo di confronto con le comunità islamiche milanesi per la regolarizzazione o la predisposizione di luoghi di culto in ogni quartiere, volti a garantire la libertà di religione anche a chi non è cattolico, e a favorire la pratica di questa libertà in condizioni dignitose e sicure. Passa dunque in secondo piano il progetto della grande moschea, che verrà preso in considerazione soltanto in un secondo momento, verosimilmente non prima della fine del 2012.

La destra continua a gettare benzina sul fuoco del populismo dichiarando per bocca del leghista Matteo Salvini che la moschea verrà bloccata da una valanga di firme. Salvini finge di ignorare che i diritti civili (dei quali la libertà di culto è senza dubbio uno dei più importanti) in una democrazia liberale non possono e non devono essere soggetti al capriccio della maggioranza, dal momento che garantiscono l’integrità e la libertà dell’individuo.

E poi dicono che tra destra e sinistra non c’è differenza!

Lorenzo Tondi

Annunci