Comunali di Milano, tutte le falsità di Berlusconi

Posted on 10 maggio 2011 di

0


Oggi ho trovato nella casella postale una lettera di Berlusconi in cui vengo esortato a votare Letizia Moratti. Le basi sulle quali il premier spera di convincermi sono contenute in un opuscolo molto ben congegnato, che ci dovrebbe far riflettere sulla carenza comunicativa della sinistra italiana.

Al di là della facciata, dove svetta una fotografia di Berlusconi di 10 anni fa (o adeguatamente photoshoppata), l’interno è mirabilmente strutturato in modo da contrapporre in maniera vincente il centrodestra al centrosinistra: il testo che parla della Moratti è in stampatello maiuscolo, per ispirare fiducia e chiarezza, quello della sinistra è in stampatello minuscolo. Nella parte riguardante la destra si nomina esplicitamente Letizia Moratti, mentre in quella sulla sinistra manca ogni riferimento a Giuliano Pisapia: questo rende il nome dell’attuale sindaco più familiare e dunque più votato.

E poi il capolavoro: dietro la scritta “la Milano di Letizia Moratti” si erge una figura del Duomo, stilizzata ma comprensibile. Dietro la frase “la Milano della sinistra” compaiono delle linee sfocate, ad indicare il rischio che Milano “scompaia” sotto la guida di Pisapia. Questa gente, compreso Berlusconi, è completamente incapace di governare, ma è molto brava a pubblicizzarsi. Bisogna quindi rispondere coi fatti alle menzogne riportate sul volantino. Lo farò con una cordiale lettera a Berlusconi che potrete leggere domani su questo blog.

Se volete conoscere il vero programma di Pisapia, e non quello inventato che trovate sul volantino, venite stasera in Stazione Centrale, dalle 19,00 alle 23,00, al concertone per sostenere Giuliano nella sua corsa a Palazzo Marino.

Lorenzo Tondi

Annunci