Ah, dimenticavo.

Posted on 12 aprile 2011 di

0


Il 30 marzo avevo scritto dello show di Berlusconi a Lampedusa, ripromettendomi di tornare ad affrontare l’argomento due giorni dopo, allo scadere del termine delle 48-60 ore che Berlusconi aveva dato per l’evacuazione dall’isola di tutti i migranti. Per mancanza di tempo non l’ho fatto, ma ora mi preme, anche se in ritardo, sottolineare quello che ad alcuni di voi potrà parere ovvio ed accettabile: Berlusconi ancora una volta ha fatto una promessa che non ha mantenuto.

3 aprile: arrivano altre 344 persone:

4 aprile: nella notte tra il tre e il quattro arrivano più di 250 persone

5 aprile: sono sbarcati 850 migranti:

6 aprile: al largo dell’isola si ribalta un barcone con 300 persone a bordo. Più di 150 dispersi

8 aprile: ecco altri 535 migranti

9 aprile: mentre Berlusconi torna sull’isola per convincere gli abitanti che gli immigrati non ci sono più (si saranno fidati della bocca di Silvio o dei loro occhi?), sbarcano in totale 470 persone

10 aprile: nella notte arrivano in 376 a bordo di due barconi

11 aprile: altri due sbarchi

12 aprile: 250 persone sbarcano in Sicilia, stavolta a Licata e non a Lampedusa

Viene spontaneo domandarsi che cosa intenda fare il governo: questi flussi non si fermeranno, ed anzi nei prossimi mesi, con l’arrivo dell’estate, sono destinati ad intensificarsi. è necessaria una nuova politica di gestione dei flussi migratori, capace di comprendere che le migrazioni non le possiamo fermare, perchè è impossibile farlo, e non dobbiamo ostacolarle, perchè è una scelta stupida. L’Italia (ma anche l’Europa) ha bisogno degli immigrati: la nostra popolazione è vecchia, l’economia in declino, l’industria fatica a reggere la competizione estera. Arrivano nel nostro paese giovani istruiti, potenziali lavoratori nelle nostre imprese, desiderosi di vivere in Italia per costruirsi un futuro degno di essere vissuto. La nostra miopia è imbarazzante: con la politica dei respingimenti, della tolleranza zero, della lotta ai clandestini, ci stiamo scavando la fossa da soli. E quasi nessuno se ne accorge.

Lorenzo Tondi

Annunci
Posted in: Politica