Browsing All Posts published on »novembre, 2010«

Wikileaks sotto attacco, impedito l’accesso al sito

novembre 28, 2010 di

1

Fino a pochi istanti fa il sito Wikileaks, recentemente finito sotto i riflettori per aver pubblicato 400.000 documenti riservati riguardanti la guerra in Iraq e 92.000 rapporti del Pentagono sul conflitto in Afghanistan, era irraggiungibile a causa di un “mass distributed denial of service attack”, come riferisce lo stesso account Twitter dell’organizzazione. L’attacco, di origine […]

Le primarie e il web: perchè Giuliano Pisapia ha vinto ma la sinistra rischia di perdere

novembre 26, 2010 di

2

Negli ultimi anni molti sono convinti che fare politica su internet sia una condizione sufficiente per vincere. Purtroppo non è così. Nonostante il boom di Internet, trainato dallo sviluppo del Web 2.0 e dalla nascita di aziende come Facebook e Twitter, il digital divide è ancora un problema irrisolto, soprattutto in Italia: la forbice tra […]

Berluscall – il Film: nelle sale? no, a Ballarò

novembre 24, 2010 di

1

L’ha rifatto. A meno di 6 mesi di distanza dall’ultima esibizione, Berlusconi ieri sera, a Ballarò, è tornato ad interrompere la trasmissione con una telefonata in diretta: Ma vediamo cosa disse il 22/10/2010 Berlusconi, a proposito della crisi dei rifiuti in Campania: E cosa aggiunse il 28 dello stesso mese: Ed ecco come si presentano […]

L’Europa prende un te’

novembre 16, 2010 di

1

Gente, sono oramai passate ere geologiche dall’ultima volta che ho postato su questo blog. Questo fatto si riscontra in severissime ramanzine del nostro beneamato Cattivo, che mi manda minacciosi e maligni messaggi privati su facebook. Comunque, come avrete inteso sono qui per tornare alla riscossa. In particolare torno per notare un curioso fenomeno che sta […]

Il governo Berlusconi? Fini-amolo

novembre 7, 2010 di

1

Alla fine l’ha fatto. Ci sono voluti mesi, ma oggi, alla convention di FLI di Bastia Umbra, Gianfranco Fini ha finalmente invitato Berlusconi a dimettersi. La richiesta delle dimissioni era già nell’aria da qualche giorno, complice forse la paralisi completa ed imbarazzante dell’esecutivo, dovuta all’imperversare del Caso Ruby. Pensare però che sia stata una mossa […]